Segreto #68 – Alcuni Consigli Sulla Lettura A Prima Vista

Inserisci La Lettura A Prima Vista All’interno Della Tua Routine Di Studio

 

Se dovessi dichiarare il mio più grande punto debole e difetto che mi porto dietro da anni è la lettura a prima vista. Come me molti altri pianisti credono di non essere abbastanza bravi con la lettura a prima vista e agli esami è la prova che dà più preoccupazioni a tutti gli studenti.

C’è però da dire che pochi inseriscono la lettura a prima vista nella propria routine dello studio del pianoforte.

 

Sicuramente ti avranno già fatto una testa così riguardo la lettura a prima vista e la sua importanza ma per ricordarmi anche io quanto questa sia fondamentale ti elenco i motivi principali:

  1. Ti permette di imparare brani che non hai mai sentito.

  2. Ti aiuta a suonare parti o brani che non riesci a trovare ad orecchio.

  3. Ti permette di rimanere tranquillo ed essere in grado di suonare una parte che qualche altro musicista ti mette davanti agli occhi in live o in studio di registrazione.

È importantissimo impiegare un pochino di tempo alla lettura ogni giorno. Non preoccuparti se non riesci a centrare tutte le note, la cosa fondamentale è non fermarsi e andare a tempo.

 

La chiave per suonare senza fermarsi è quella di continuare a contare il tempo a voce o a mente. Se non riesci a suonare tutte le note che dovresti nella battuta tu continua a contare e vai alla battuta successiva. Anche se le tue mani dovessero fermarsi tu continua ad andare avanti con lo sguardo e cerca di ripartire un po’ dopo.

 

La lettura a prima vista è un processo diverso da quello di leggere un testo. Quando leggi un libro per esempio l’unica cosa che devi fare è decifrare a mente i simboli e capire il significato. Nella musica non solo devi decifrare le note e il loro tempo ma il tuo cervello deve anche mandare il segnale giusto affinché le tue dita suonino il tasto giusto.

 

Essendo un processo abbastanza complesso l’unico modo per tenerlo allenato è quello di praticarlo giorno dopo giorno. È un po’ come parlare una lingua straniera, o lo fai o la dimentichi presto. Più diventi esperto nella lettura a prima vista più veloce sarai a imparare e memorizzare nuovi brani e scoprire nuove soluzioni melodiche, tecniche e stili.

 

Bastano veramente pochi minuti al giorno per notare un miglioramento costante. Dacci dentro e inserisci la lettura alla tua to-do-list del pianoforte. Ora che ti ho motivato vado a leggere qualcosa altrimenti mi sento in colpa, non voglio fare quello che predica bene e razzola male.

Aprile 11, 2019