I BASSI

Quando parliamo di bassi nel jazz ci riferiamo alle fondamentali degli accordi che sono scritti come sigle sopra la melodia.

 

Quindi il basso fondamentale di F-7 è F, Bb-7 è Bb, Eb7 è Eb ecc.

 

Prima di addentrarsi nello studio degli accordi è importante assimilare i bassi che creano il movimento armonico. Avere nella testa le note al basso per ogni battuta ci aiuta a orientarci nel brano. Puoi vedere i bassi come delle colonne portanti che sostengono gli accordi e la melodia.

 

Devi sapere che quando con la mano sinistra si suonano gli accordi nel jazz non sempre vengono suonate le fondamentali (bassi) e questo può portare il pianista meno esperto a confondersi e dimenticare gli accordi del brano o peggio perdere l’orientamento e non capire più in che punto del pezzo si trova.

Uno dei pericoli peggiori in cui si può trovare un pianista jazz è proprio quello di non rispettare più la struttura e quindi improvvisare male. Se un pianista suona da solo questa cosa può anche essere corretta e ci si può salvare in calcio d’angolo ma quando si suona in un gruppo un errore del genere può compromettere l’esecuzione di tutti e rovinare completamente l’atmosfera.

 

Quando avrai memorizzato bassi e melodia avrai a disposizione due stelle polari che ti indicheranno sempre dove ti trovi e in che direzione devi andare.

 

Per sviluppare le tue stelle polari ho preparato degli esercizi specifici che sembrano semplici e banali ma hanno una grandissima importanza quindi non sottovalutarli.

 

Ora guardiamo i bassi di All The Things You Are.