Segreto #67 – Cosa Vuol Dire “Stare Rilassati” Al Pianoforte

Stare Rilassato Al Pianoforte, che vuol dire?

Se ti sei sentito dire almeno una volta dal tuo maestro “Stai più rilassato finché suoni!”, probabilmente ti
sarai anche domandato cosa significasse e come potessi rilassarti facendo una cosa così impegnativa come
suonare uno strumento.


Ovviamente “rilassato” è una parola usata un po’ a sproposito, perché se fossimo veramente rilassati, non
potremmo stare nemmeno seduti sullo sgabello, ma saremmo stesi a terra dormendo.


Ci sono dei muscoli che indubbiamente devono essere costantemente al lavoro, mentre ce ne sono altri
che dovrebbero essere a riposo, o almeno la maggior parte del tempo.
“Non essere rilassati”, quindi, significa fare degli sforzi non necessari, utilizzare dei muscoli che
potrebbero e dovrebbero invece stare a riposo e che schiacciano o nervi o tendini.
Devi stare molto attento a questo eccesso di sforzo, che alla lunga potrebbe essere la causa di fastidi
cronici e gravi problemi.
Ora ti elencherò le principali parti del corpo in cui molto spesso i pianisti hanno tensioni suonando.


I punti in cui tendiamo a tenderci sono innanzi tutto le articolazioni del braccio: a partire dalle spalle che
si alzano in un segno in segno fisico di “difesa” ad una preoccupazione psicologica (passaggio difficile),
poi i gomiti che si fissano in una posizione senza dare la possibilità al braccio di muoversi e infine il
polso, spesso troppo alto o schiacciato in basso, bloccato in modo da impedire un libero movimento delle
dita.
Prova a tenere sotto controllo queste articolazioni muovendole periodicamente finché suoni per liberarle
dalla tensione.


Un altra zona che capita spesso di contrarre è la mandibola, stingendo forte i denti fra loro, che a lungo
andare può portare a dolori cervicali. Prova a suonare tenendo la bocca leggermente socchiusa per evitare
questo problema.


Voglio ribadirti ancora che è davvero importante curare l’aspetto fisico nello studio di uno strumento e
ricordati che se hai fastidi o dolori che si possono ricondurre al pianoforte, prenditi la responsabilità di
parlare con un insegnante qualificato che sappia riconoscere dove hai tensioni e che possa aiutarti a
liberartene!

Aprile 3, 2019