Come suonare le parti ripetitive e ritornellate al pianoforte

Oggi parliamo di interpretazione e gestione generale di un pezzo con ritornelli o frasi che si ripetono spesso.

Errore di fondo sull’interpretazione pianistica:

associare questa parola ad un’onda sentimentale, ad un moto d’animo che si impadronisce del nostro corpo finché suoniamo e rende l’esecuzione meravigliosamente intensa.

In realtà, l’interpretazione, molto spesso, va scelta a tavolino, anche lontano dallo strumento.

Ecco cosa fare:

  1. Si osserva la struttura del pezzo 
  2. Si capisce quali sono i punti chiave da enfatizzare, i punti invece di collegamento, si considerano le armonie e dove portano le frasi.
  3. In base a tutti questi elementi, poi si sceglie come organizzare i tempi e le dinamiche.

In alcuni casi questo lavoro è piuttosto semplice e immediato, magari perché l’autore è stato estremamente preciso nei suoi intenti e ha scritto sulla parte tutto ciò che serve all’esecutore, oppure perché ci sono musiche che sono talmente scritte bene che “si fanno da sole” e già alla prima lettura si capisce che musicalmente richiedono di essere suonate così punto e basta.

In altri casi, invece, bisogna stare a pensarci un po’ di più.

Aggiungi qui il testo dell'intestazione

Schumann, Kinderszenen

Clicca qui per scaricare il pdf 

Prendiamo ad esempio il primo pezzo dei Kinderszenen di Schumann. 

Ecco qui una delle caratteristiche che in genere manda in crisi l’esecutore: ritornelli e tante ripetizioni. Infatti, il pezzo è molto breve e ripropone almeno una decina di volte lo stesso modulo tematico. 

Ricorda innanzi tutto che se un compositore – del calibro di Schumann, fra l’altro – decide di ripetere qualcosa, non è perché avesse terminato le idee o perché volesse annoiare il pubblico. Sicuramente quindi, le ripetizioni non saranno tutte uguali.

Invece di vivere con angoscia queste situazioni, sfruttiamole per dare sfogo alla nostra creatività e allenarla. 

Spesso il lavoro è più semplice di come ce lo aspettiamo e basta davvero variare leggermente una dinamica, alterare leggermente il tempo e cambiare così la direzione della frase o sottolineare certi elementi piuttosto che altri.

Ti faccio un esempio di come ho pensato di gestire questo pezzettino ricco di ripetizioni.

Dato che Schumann ha lasciato pochi segni sulla parte, mi sento piuttosto libera di variare come voglio.

Le prime tre ripetizioni nella prima sezione, saranno in crescendo. La prima p, come scritto, poi la seconda un po’ di più e con un crescendo poi la terza sarà ancora più forte per poi diminuire fino alla fine della frase, rimanendo comunque su una sonorità di mp.

Ritornello. Ricomincio non con la stessa dinamica dell’inizio, ma con quella a cui sono arrivata dalla frase precedente, quindi leggermente più sonoro di prima. 

Poi crescerò di più nella seconda ripetizione, perché voglio stupire il mio ascoltatore con un contrasto nella terza ripetizione, che comincerà piano improvvisamente, per poi diminuire ulteriormente arrivando a fine frase ad un pp.

Da questo pp si apre la seconda parte, che sarà tutta in crescendo come scritto fino alla ripresa.

Ritorna la ripresa iniziale e vorrei mantenermi in un livello dinamico ben sonoro, parto dal p ma cresco nelle varie ripetizioni, più o meno come ho fatto all’inizio.
A fine frase non diminuisco troppo perché questa volta voglio tornare al ritornello con un mf e, invece di crescere come ho fatto prima, diminuirò moltissimo. 

Alla ripetizione della ripresa, tutte le frasi saranno delicatissime e lontane e per suonarle ancora più piano, posso aggiungere il pedale di sinistra.

Ecco un altro pezzo pieno di ripetizioni e ritornelli...

Un altro pezzo famosissimo che presenta il problema delle ripetizioni è Per Elisa di Beethoven, con quel tema che ormai ci esce dalle orecchie che viene riproposto un sacco di volte. Se sei curioso su come gestire anche quel brano, in descrizione trovi il link al videocorso dedicato.

Impara a suonare Per Elisa con questo videcorso!

Descrizione del corso

Impara tutto ciò che devi sapere su Per Elisa di Beethoven. In questo corso avrai un tutorial passo passo imparerai non solo a suonare il brano ma anche concetti fondamentali di armonia, tecnica e interpretazione.

Informazioni sull'autore

Torna in alto

CORSO DEL MESE

Accompagna con i ritmi!

Scopri come accompagnare le tue canzoni preferite con facilità!

Cosa Troverai nel Corso?

  • 25 ritmi versatili per generi come pop, rock, blues e jazz/swing.
  • 27 video e 2 ore di lezione.
  • 58 basi per esercitarsi, 29 lezioni e 7 PDF.

Livello Principiante e Intermedio

CORSO DEL MESE

Domina le scale al pianoforte senza sforzo!

Dominare le scale al pianoforte è come avere una mappa musicale: indispensabile per chi inizia e cruciale per chi vuole esplorare nuove vette musicali.

Cosa Troverai nel Corso?

  • 86 video lezioni (3 ore) per imparare tutte le scale maggiori e minori in tutte le tonalità
  • 20 pdf per potenziare il tuo apprendimento
  • File audio, esercizi e consigli per impararle e memorizzarle per sempre.

Livello Principiante e Intermedio

CORSO DEL MESE

🌟 Trasforma il tuo Natale in un'esperienza jazz indimenticabile!

Vivi la magia del Natale con un tocco jazz! 

Scopri il nostro corso “Natale Jazz” e impara a suonare i classici natalizi con uno stile raffinato.

Cosa Troverai nel Corso?

  • 20 video lezioni piene di ispirazione e dettagli tecnici.
  • Spartiti unici per jazzificare i tuoi brani natalizi preferiti.
  • Tecniche per personalizzare ogni pezzo e renderlo speciale.

Perfetto per pianisti di livello intermedio che desiderano aggiungere un tocco jazzistico al loro repertorio festivo.

NUOVO CORSO!

Tecniche di accompagnamento iconiche al pianoforte

Diventa maestro dell’accompagnamento al pianoforte! Unisciti al nostro corso e impara a reinterpretare i classici, creare arrangiamenti unici e dare vita alle tue canzoni preferite

Con 4 ore di lezioni, 17 sessioni pratiche e risorse digitali comprensive, ti aspetta un viaggio musicale che affinerà la tua tecnica e espressione artistica. 

Iscriviti ora e inizia a suonare con stile!