Come si costruiscono i left-hand voicing?

Vedremo nella prossima sezione del corso i LHV (left-hand voicing) più comuni e tipici del jazz del dettaglio ma adesso voglio spiegarti in generale come viene creato e le sue caratteristiche.

Rivolti

Generalmente questi accordi hanno solo 2 rivolti principali perché la base di partenza sono gli shell voicing.

Se non sai cosa sono gli Shell Voicing e non li hai studiati è meglio recuperare il prima possibile.
Puoi seguire il mio corso qui su piano segreto con questo codice sconto ShellHand254.

Di qualsiasi accordo quindi estrapoliamo la terza (3) e la settima (7) che saranno i due perni per la costruzione del voicing. Dividiamo in due tipi principali i LHV:

Tipo A: posizione di partenza 3-7, la nota più bassa del voicing sarà la terza.
Tipo B: posizione di partenza 7-3, la nota più bassa sarà la settima.

Questi due tipi rappresentano i due rivolti del LHV.

N.B. Questo non significa che non si possano suonare LHV che partono dalla quinta o da un’estensione/alterazione. Normalmente però le altre posizioni suonano in modo troppo denso o distorto perciò non tutte le soluzioni sono efficaci in ogni contesto.

Costruzione

Vediamo i passaggi per costruire i LHV:

  1. Scegli lo shell voicing di partenza (3-7 o 7-3)
  2. Aggiungi la quinta (la fondamentale è già omessa)
  3. Aggiungi eventuali estensioni o alterazioni

 

Poche regole da ricordare:

  • Nei LHV di tipo A la quinta è in mezzo allo shell voicing
  • Nei LHV di tipo B la quinta è sopra lo shell voicing
  • Aggiungi le estensioni nell’ordine 9-11-13
  • I LHV più caratteristici sono quelli con le estensioni al canto (nota più alta)
  • Ogni LHV ha al massimo 2 note aggiuntive oltre 3,7 e 5
  • Ogni regola può essere seguita o ignorata, l’orecchio comanda. 😉

Da ricordare:

  • Shell Voicing come base di partenza
  • Tipo A: 3-7 e Tipo B: 7-3
  • Aggiungi la quinta e estensioni/alterazioni allo shell voicing
  • Massimo 5 note per voicing
Torna su