Applicazione della sostituzione di tritono con i left-hand voicing

Una delle caratteristiche più belle del jazz è la possibilità di riarrangiare e modificare gli standard a piacere e questo si può fare in modi infiniti.

Per fare questo dobbiamo avvalerci di sostituzioni armoniche che consistono semplicemente nel sostituire un accordo presente nel brano con un altro accordo che possa svolgere la stessa funzione o modificare la sonorità della parte a nostro vantaggio.

Una tecnica molto utilizzata sia in fase di riarrangiamento che durante assoli o accompagnamento è la sostituzione di tritono.

Regola della sostituzione di tritono

Possiamo sostituire qualsiasi accordo di settima di dominante con un altro accordo di settima di dominante che si trova un tritono (intervallo di 3 toni o quinta bemolle) di distanza da quello di partenza.

Un C7 possiamo sostituirlo quindi con un F#7 perché il F# è distante un tritono dal C.

Questa tecnica è molto utilizzata soprattutto durante i II-V-I

Proviamo a vedere cosa succede in tonalità di Do maggiore: D-7 G7 CMaj7

Il tritono di G è Db, quindi sostituiamo il quinto grado: D-7 Db7 CMaj7

Si crea questa successione cromatica al basso che rende ancora più fluido il 2-5-1.

Perché possiamo fare questa sostituzione?

Il motivo è molto semplice, se hai seguito il mio corso sugli Shell Voicing sai benissimo che le note fondamentali di un accordo sono la terza e la settima che definiscono con precisione di che tipo di accordo si tratta.

Se ci fai caso, prendendo G7 e Db7, hanno 2 note in comune:

G7

1-G

3-B

5-D

7-F

Db7

1-Db

3-F

5- Ab

7-B

La terza di G7 corrisponde alla settima di Db7

La settima di G7 corrisponde alla terza di Db7

La presenza di queste due note così importanti in entrambi gli accordi li rende intercambiabili senza che nulla venga stravolto. Otteniamo un colore diverso che possiamo sfruttare per non essere ripetitivi.

Durante un solo possiamo suonare più chorus dello stesso standard e dopo un po’ ripetere gli stessi 2-5-1 sempre allo stesso modo può diventare noioso sia per te che l’ascoltatore.

Perché questo ci interessa particolarmente nel corso sui LHV?

Se questi due accordi possono essere alternati a piacere allora possiamo fare lo stesso anche estendendoli e alterandoli.

Questa sostituzione si può apprezzare maggiormente quando stiamo accompagnando e quindi abbiamo a la possibilità di suonare la fondamentale, senza questa nota non riusciremmo a percepire la sostituzione armonica.

Prendiamo in esempio il LHV di G79 13 di tipo  composto dalle note: F, A, B, E 

Intervalli nel G7

b7

9

3

13

Intervalli nel Db7

3

b13

b7

#9

Come vedi lo stesso voicing assume un colore diverso se al basso mettiamo la fondamentale principale o il tritono. Quando perciò cambiamo solo il basso, per esempio durante un accompagnamento, rimanendo fermi con la mano destra stiamo suonando un accordo con estensioni e alterazioni differenti creando un contrasto notevole.

Nella prossima lezione parliamo di accompagnamento con i left-hand voicing.

Durante il tuo studio potrai quindi provare ad applicare la sostituzione di tritono.

Torna su