Segreto #70 – Guardati Allo Specchio Mentre Suoni

Hai Uno Specchio Nella Stanza Col Piano?

 

Mentre ti eserciti da solo l’unica persona che ti giudica sei proprio tu. Sei tu il tuo coach, il tuo critico e il tuo fan numero uno. Come ovviamente sai però queste tre figure non sempre fanno i complimenti ma danno ottimi consigli e spunti per migliorarci.

 

Per questo motivo è necessario che tu sia in grado di guardarti e capire cosa stai facendo come se fossi un’altra persona. Un ottimo modo per vederti dall’esterno è quello di utilizzare uno specchio di fianco a te.

 

Mentre stai suonando un brano o svolgendo un esercizio prova a guardarti allo specchio e continua a suonare. Poi bloccati nella posizione in cui ti trovi e cerca tra questi problemi:

 

  1. Postura: controlla se hai la schiena dritta.
  2. Tensioni: hai le spalle alzate? Stringi la mandibola? Hai gli avambracci e i polsi in tensione? Anche avere le sopracciglia alzate è un sintomo di tensione. Rilassati!
  3. Aspetto: sembri un maratoneta dilettante al 23° chilometro con un principio di infarto o un pianista professionista in un prestigioso teatro? Anche l’immagine conta quindi cerca di avere un viso più rilassato e sereno, ti aiuterà a suonare meglio.

 

A volte quando è difficile sentirsi e capire il proprio stato fisico ed emotivo è molto efficace guardarsi da fuori. Oltre allo specchio puoi utilizzare i video e riprenderti mentre suoni per notare tutte le relazioni tra le parti dei brani e il modo con cui ti approcci a queste fisicamente.

 

Potresti notare per esempio di trattenere il respiro, diventare più teso o assumere un’espressione preoccupata ogni volta che incontri una parte difficile. Questi sono piccoli ma fondamentali aspetti che il tuo insegnante riesce subito a cogliere ma che a casa quando ti alleni difficilmente riconosci.

 

Lavora quindi sulla tua immagine finché non sarà quella di un pianista capace, sicuro e felice di suonare uno strumento così fantastico. Ora vai su Youtube, guarda qualche video di pianisti e tastieristi professionisti di fama mondiale. Come ti sembrano? Li vedi preoccupati o tesi? Hanno una postura che trasmette ansia e rigidità? Sorridono? E soprattutto dove guardano: in alto, i tasti o chiudono gli occhi?

 

Noterai dettagli fantastici e caratteristiche che li accomunano tutti. Ispirati a loro e cerca di raggiungere la loro stessa serenità mentre suoni. 

Aprile 24, 2019