fbpx

Esercizio Di Tecnica Per Rinforzare Il Quarto Dito Al Pianoforte

Il quarto dito: l'anello debole

Se suoni il pianoforte da un po’ ti sei sicuramente accorto di quanto ostico sia far lavorare come si deve il quarto dito e di quanto abbia bisogno di esercizi di tecnica al pianoforte.

Solitamente si pensa sia il mignolo il dito più sfortunato, ma quel piccoletto in realtà può contare sulla forza di rotazione dell’avambraccio e di un range di movimenti più ampio rispetto all’anulare.

Un pianista non può fare discriminazioni, deve poter contare su tutte le 10 dita in egual misura, non possiamo permetterci di avere un dito troppo debole o che funzioni male.

Essendo il quarto dito un po’ più “sfortunato” ha avuto dalla sua però la premura di molti grandi didatti e studiosi del pianoforte che hanno escogitato vari esercizi e allenamenti per l’anulare: in questo video te ne mostro uno piuttosto efficace.

Terzine di ottavi con le tre dita centrali

È un esercizio semplice, non servono spartiti. Te lo descrivo brevemente.

  • Svolgi l'esercizio su tutte le scale maggiori e minori (melodiche, armoniche e naturali) rigorosamente in tutte le tonalità
  • Suona terzine di ottavi ascendenti e discendenti partendo da ogni grado della scala
  • Utilizza solamente il seconto, il terzo e il quarto dito per suonare queste terzine
  • Usa sempre il metronomo, non eccedere con la velocità rimani tra gli 80bpm e i 95bpm per mantenere il controllo
  • Arrivato alla fine della scala supera la tonica di un grado (in alto o in basso) e torna sulla tonica per concludere.

Non sai tutte le scale? Scarica il pdf gratuito!​

Scale Senza Sforzo è un prontuario sulle scale maggiori e minori gratuito di pianosegreto.com.

Se vuoi imparare le scale al pianoforte gratis questo documento è utilissimo per semplificare al massimo la tua visualizzazione e memorizzazione delle 48 scale fondamentali.

Per saperne di più e scaricarlo clicca sul pulsante qui sotto!

Consigli fondamentali per svolgere l'esercizio di tecnica al meglio

Fare esercizi di tecnica richiede molta attenzione, è necessario immergersi nell’esercizio e notare i dettagli per fare in modo che abbia un vero effetto positivo sulla nostra tecnica.

Spesso da ragazzino mi mettevo a muovere le dita a tastiera spenta mentre guardavo la tv o altro, tempo sprecato. Se non sei concentrato e non segui i consigli elencati qui sotto al massimo delle tue capacità è meglio non farlo.

  • Quando svolgi un esercizio di tecnica, fallo a mani separate , concentrati su una mano alla volta perché avranno difficoltà diverse.
  • Non eccedere con la velocità, quello che conta è il controllo, la velocità arriverà con calma quando ogni movimento sarà preciso.
  • Non saltare tonalità e tipi di scale, ogni tonalità e scala avrà posizioni e difficoltà uniche.
  • Osserva come si comporta la tua mano, se le dita non coinvolte fanno movimenti involontari concentrati per rilassarle, guarda il video dove mostro alcuni esempi.
  • Tieni il pollice vicino l'indice, nella sua posizione naturale. Non fare l'autostop e usa solo le dita che effettivamente suonano dei tasti.
  • Questi dettagli devono essere osservati soprattutto se sei un principiante o suoni da poco tempo abituati subito a usare la tua mano nel modo più efficace possibile.
  • Usa il metronomo, sempre! Puoi inizialmente provare l'esercizio senza metronomo ma dopo trova la velocità che ti permette di suonarlo correttamente e usalo.
  • Quando ti accorgi che stai ripetendo sempre le stesse tonalità e magari sempre sulla stessa scala, inizia da tonalità più difficili e gli altri tipi di scala nella prossima sessione di studio.
  • Non usare il pedale, mai, legati il piede se necessario.
  • Lista Elementi

Alcuni dettagli importanti su questo esercizio di tecnica

Vista la mia esperienza con gli allievi dal vivo, il mio senso del dovere mi porta a insistere ancora sull’importanza di variare con le tonalità e i tipi di scala.

Nel video vedrai come ogni scala avrà posizioni dei tasti differenti e costringerà la tua mano ad adattarsi in modo differente a quelle posizioni. Riuscire a svolgere gli esercizi in Do maggiore non dà nessuna garanzia che tu riesca a farlo anche in Lab minore armonica per esempio.

Per alcuni può sembrare strano, ma lo stesso esercizio può essere completamente diverso o più difficile se suonato anche in ottave differenti.

  • Per esercitare ritmicamente la terzina metti un piccolo accento su ogni prima nota del gruppo di tre.
  • Aiuta il primo dito che suona la terzina con un movimento di rotazione come ti mostro nel video.
  • Utilizza solamente il seconto, il terzo e il quarto dito per suonare queste terzine
  • Usa sempre il metronomo, non eccedere con la velocità rimani tra gli 80bpm e i 95bpm per mantenere il controllo
  • Arrivato alla fine della scala supera la tonica di un grado (in alto o in basso) e torna sulla tonica per concludere.
logo

Iscriviti Alla Newsletter

Torna su